Bilancio Sociale AIOP ER 2017

18 dicembre 2018

AIOP EMILIA-ROMAGNA E NOMISMA

PROGRAMMA

16.00 Registrazione dei partecipanti

 

16.15 Apertura lavori

 

Bruno Biagi | Presidente AIOP Emilia – Romagna e Vice Presidente Nazionale

 

16.30 Presentazione del bilancio sociale AIOP Emilia-Romagna 2017 a cura di Nomisma

 

16.45 Tavola Rotonda

Mila FERRI| Responsabile Area salute mentale e dipendenze patologiche Regione Emilia-Romagna

Giuliano TURRINI| Coordinatore Commissione Psichiatria AIOP Emilia-Romagna

Paolo ROSATI| Coordinatore Commissione di Neuropsichiatria AIOP Nazionale

Pietro PELLEGRINI| Direttore Dipartimento Salute Mentale dell'AUSL di Parma

 

Moderatore: Giulio SANTAGATA | Consigliere Nomisma

 

17.45 Conclusioni

 

Stefano BONACCINI | Presidente Regione Emilia-Romagna


                                                            COMUNICATO STAMPA

EMILIA-ROMAGNA: L’OSPEDALITÀ PRIVATA HA GENERATO UN IMPATTO ECONOMICO PARI A 1,2 MILIARDI DI EURO NEL 2017

Bologna, 17 dicembre 2018 - E’ stata presentata oggi alla presenza del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini la Seconda Edizione del Bilancio Sociale AIOP Emilia-Romagna.
Oltre a fornire un quadro aggregato dei risultati e delle iniziative adottate in ambito sociale, economico e ambientale dalle 44 strutture associate presenti in Regione, il Bilancio Sociale AIOP Emilia-Romagna 2017 contiene un approfondimento tematico sulla psichiatria e la cura della salute mentale, ambito che vede da tempo impegnate alcune delle strutture private regionali.
Dai dati e dalle evidenze emerse all’interno del rapporto si riconferma la capacità delle strutture private AIOP di creare valore intorno a sé e di porsi quali veri e propri ecosistemi economico-sociali che promuovono occupazione, innovazione e sviluppo.

LO SCENARIO
L’elaborazione di nuovi modelli di cura deve necessariamente rispondere alla trasformazione della domanda assistenziale derivante dai cambiamenti demografici. La popolazione nazionale e regionale continuerà ad invecchiare rispetto al passato a ritmi più sostenuti e già oggi in Emilia-Romagna, il 42% della popolazione dichiara di soffrire di una o più malattie croniche. A ciò si aggiungono le esigenze sempre più complesse legate all’area delle limitazioni funzionali che già oggi colpiscono il 5,5% degli italiani e il 4,9% dei residenti in Emilia-Romagna. Questi aspetti devono fare i conti con il cambiamento della composizione dei nuclei - sempre più piccoli e lontani dalla famiglia di origine - e quindi meno idonei a rispondere alle esigenze di cura dei parenti malati e degli anziani.
Dato questo scenario di inquadramento, nel 2017 la spesa sanitaria pubblica corrente - pari a 113,6 miliardi di euro – è risultata in crescita dell’1,1% rispetto all’anno precedente. Per il prossimo triennio si prevede un ritmo di crescita della spesa sanitaria pubblica con un tasso medio annuo pari all’1,4%.

IL RUOLO DELL’OSPEDALITA’ PRIVATA IN EMILIA-ROMAGNA
La regione Emilia-Romagna è da tempo impegnata in un percorso di transizione ospedale-territorio e nel consolidamento di percorsi assistenziali alternativi nell’intento di garantire risposte concrete ai nuovi bisogni di salute dei pazienti. Anche nel 2017 l’offerta ospedaliera delle strutture AIOP conferma il proprio fondamentale contributo, con il 25,5% dei posti letto totali della regione (di cui il 94% è accreditato con il Sistema Sanitario Nazionale), il 18,0% dei pazienti dimessi e il 19,7% delle giornate di degenza complessive. In particolare la rete ospedaliera privata fornisce un supporto rilevante in alcune particolari discipline sanitarie come ad esempio i percorsi di recupero e riabilitativi (65,8% del totale dei dimessi in regione), cardiochirurgia (57%), lungodegenza, ortopedia e traumatologia (40,3%). Molto significativa infine la capacità attrattiva a livello geografico, testimoniata da una significativa quota di dimessi provenienti da altre regioni (36% dei dimessi totali).

I NUMERI DELLE STRUTTURE AIOP E-R
Sul piano occupazionale nel 2017 si registra una leggera crescita all’interno delle strutture AIOP sia nella componente medica sia tra le altre figure sanitarie. Il personale totale si attesta complessivamente oltre le 7.600 unità in crescita del 3,4% rispetto all’anno precedente.
Le strutture associate AIOP Emilia-Romagna continuano a dimostrare una spiccata sensibilità verso le tematiche di sostenibilità energetica e impatto ambientale. Nel 2017 la spesa ambientale totale delle strutture è stata di 16,1 milioni di Euro, in calo del 4,1% rispetto al 2016, per lo più a seguito di rilevanti risparmi legati all’utilizzo dell’energia elettrica. Le altre componenti di spesa hanno registrato lievi rialzi rispetto al 2016: raccolta rifiuti sanitari (+6,6%) utilizzo dell’acqua (+2,7%), gas e metano (+2%).
Il valore della produzione generato dalle strutture è risultato pari a 747 milioni di euro nel 2017, in leggero aumento rispetto al 2016 (+2%), mentre il Valore Aggiunto Globale Lordo (inteso come capacità dell’organizzazione di distribuire la ricchezza prodotta a favore degli stakeholder) si è attestato ad oltre 487 milioni di euro, in crescita del 3,9% rispetto all’anno precedente.
Considerando l’ammontare di acquisti da fornitori si riscontrata una costante crescita negli ultimi anni: si è passati dai 254 milioni di euro del 2016 ai quasi 270 del 2017. La maggioranza di questi acquisti continua a ricadere prevalentemente su fornitori localizzati in Emilia-Romagna (il 67,4%, per un totale di 182 milioni di euro).
I forti legami commerciali con i fornitori supportano anche la creazione di lavoro presso queste aziende: molte attività quali lavanderia, cucina, pulizia, manutenzione, sorveglianza (per citarne alcune) vengono realizzate da ditte fornitrici esterne che impiegano un personale dedicato per svolgere le mansioni richieste. Questo indotto occupazionale è stato pari a 756 unità nel 2017, per un effetto moltiplicatore dell’occupazione diretta pari al 9,9% circa. Considerando tutti questi fattori l’ospedalità privata ha generato nel 2017 un impatto economico pari a 1,2 miliardi di euro.

Il rapporto oltre ad analizzare le performance economiche, sociali ed ambientali dell’aggregato di strutture sanitarie associate ad AIOP Emilia-Romagna, offre un approfondimento sulle strutture psichiatriche ospedaliere, sui percorsi di cura e specializzazioni. Dai dati emerge che sul territorio sono presenti 6 strutture ospedaliere più una residenza RTI AIOP. Gli ospedali AIOP monospecialistici in psichiatria operano su diversi livelli di assistenza: insieme al pubblico danno risposta alla acuzie, erogano trattamenti intensivi specialistici in ospedale, erogano trattamenti residenziali in ospedale o decentrati, erogano trattamenti ambulatoriali specialistici. I collaboratori stabili delle strutture nel 2017 sono risultati pari a 958 per un fatturato globale di oltre 64,1 milioni di euro. Gli ospedali monospecialistici in psichiatria hanno per loro natura una forte vocazione specialistica e riabilitativa e i degenti sono assegnati a percorsi di cura differenziati. Le prestazioni per acuti in regime di ricovero ordinario hanno fatto registrare 111 presenze medie giornaliere nel 2017, mentre i post acuti contano 464 presenze medie giornaliere.